Tachina

mercoledì 26 luglio 2017

INCONTRO-FORMAZIONE DI OTTOBRE PER I VOLONTARI

Fratel Maurizio con il Dr. Almeida visitando un nuovo anziano appena arrivato 

                   



COMUNICAZIONE



    Associazione  Volontari  Cottolengo  Missioni  Cottolengo (onlus)                                         
                                  Sede legale:Via Cottolengo 13 – 10152  TORINO                                                                                                                                    
                  htps://facebook.com/pages/Associazione-volontari-missioni-cottolengo 
                                                            
                 "Volontariato Internazionale - PARTIRE PER UNA MISSIONE"
                       GIORNATa DI FORMAZIONE 21 ottobre 2017
            VIA COTTOLENGO 14 - Torino- SALA TOMMASINI - piano primo

                       Sabato 21 ottobre  2017
       Mattino : Servizi Sanitari a Chaaria - sala Tommasini
        Bisogni di Salute in Africa . Principi di managment sulla base di dati epidemiologici
        08.15   Registrazione Partecipanti
        08.30   Saluti e presentazione della giornata di formazione
        09.00    Volontariato : una azienda organizzata?  -  R. Candiotto
        10.00    Principi Generali del Volontariato - M.L. Ferrando 
        10.30    Metodo di ricerca clinica per l'Hospital Cottolengo Chaaria - A. Urgesi
        11.00    Chirurgia nell' Hospital Cottolengo Chaaria - G. Gavello
        11.30    Tavola rotonda tra volontari esperti e candidati al volontariato - R. Oddo
        12.30     Valutazione di apprendimento
        13.00     Conclusione della giornata 

  
             
                         Pomeriggio : sezione Servizi Generali
                      Gatunga / Mukothima/Tuuru /Tachina
                         sala Tommasini

   14.30  La Piccola Casa Della Divina Provvidenza (Visita guidata)- L. Marchisio
   15.30  L' Associazione : principi  organizzativi e responsabilità del volontario - L. Marchisio 
   16.00 Presentazione progetti Missione di Chaaria / Gatunga /Mukothima/Tuuru/Tachina  - R. Oddo  
   16.30 Colloquio di selezione : R. Oddo / L.Marchisio / R. Peratoner


Tutti gli aspiranti volontari che vogliono sostenere il colloquio devono esibire il certificato di Laurea l'iscrizione
  aggiornata all'albo o collegio professionale.
E' INDISPENSABILE LA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE OLTRE IL LIVELLO SCOLASTICO

mercoledì 12 luglio 2017

NUOVA PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE

 La nuova PRESIDENTE della nostra Associazione ci scrive.



Carissimi tutti, 
Con sincera dedizione ho accettato questo incarico voluto dal direttivo ed in particolare dal Presidente fondatore Lino Marchisio, il cui benestare sarà sempre cercato nel proseguire l opera iniziata. 
Credo che i progetti da realizzare siano tanti e variegati e che l Associazione sia dotata di una struttura solida e soprattutto di una risorsa fondamentale, i volontari che si recano in missione.
Credo che insieme, tutti, potremo fare davvero delle cose belle e andare incontro a ciò che le missioni chiedono e desiderano per i nostri poveri, nello spirito   della Piccola Casa. 
Non esitate a contattarmi via mail ritaoddomissioni@libero.it o cellulare 339/ 7939173. 
Ringrazio Lino, Sr Luisa, Fratel Beppe, Fratel Giancarlo, Fratel Maurizio per l esempio.
A presto  
Rita Oddo 



BIENVENIDA  CARISSIMA RITA

mercoledì 26 aprile 2017

Comunicazioni dal Consiglio Direttivo

     Associazione  Volontari  Cottolengo  Missioni  Cottolengo (onlus)                                         
                                  Sede legale:Via Cottolengo 13 – 10152  TORINO                                                                                                                                    
                  htps://facebook.com/pages/Associazione-volontari-missioni-cottolengo 
                                              www.volontarimissionicottolengo.com

            PER IL 5 x 1000 a favore delle nostre missioni  scrivere e divulgare
                                                   97653480018
             Sabato 29 aprile Festa di San Giuseppe Benedetto Cottolengo
                 (programma sul sito www.cottolengo.org)

              FORMAZIONE SABATO  21 ottobre 
              INCONTRO ASSOCIATIVO E CONCERTO DI NATALE
 sabato 9 Dicembre
             Piccola Casa della Divina Provvidenza - via Cottolengo 14 - Torino
              
CON SUCCESSIVA COMUNICAZIONE VERRANNO   INDICATI  I PROGRAMMI  PER LA FORMAZIONE,  
L' INCONTRO ASSOCIATIVO E IL CONCERTO DI NATALE.
                                                              Il Consiglio Direttivo

lunedì 10 aprile 2017

NUOVA CARTA OPERATORI SANITARI


RICEVIEMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO PER UN APPROFONDIMENTO PROFESSIONALE ED ETICO


Giornata di studio
NUOVA CARTA degli
OPERATORI SANITARI.
Aspetti pastorali e bioetici
Torino, 20 Maggio 2017
_ 09.00 – 13.00
Auditorium
Piccola Casa della Divina Provvidenza
Via Cottolengo, 12 – Torino
    



 08.30 Registrazione partecipanti
_ 09.00
 Saluti e presentazione obiettivi
e contenuti della giornata di
studio
(Enrico Larghero)
_ 09.30 La Carta degli Operatori
Sanitari 30 anni dopo
(Don Carmine Arice)
_ 10.30 La Carta degli Operatori
Sanitari: una riflessione
bioetica e deontologica
(Ferdinando Cancelli)
_ 11.30 Tavola rotonda.
Modera il Dr Enrico Larghero
Operatori a servizio della vita
e della salute: infermiere,
medico, cappellano ospedaliero,
volontari

 Aspetti pastorali e bioetici
_ 09.00 – 13.00
_ 12.30 Conclusioni
(Franco Balzaretti)
_ 12.45 Valutazione di apprendimento e
gradimento
_ 13.00 Conclusione dell’evento



I posti accreditati ECM sono 100.
L’evento è rivolto a tutte le professioni
sanitarie.
Le schede di iscrizione dovranno
pervenire alla Segreteria organizzativa,
entro il 12 maggio 2017, via fax o via
e-mail a ecm@ospedalecottolengo.it
Le adesioni verranno accettate in ordine
cronologico di arrivo.
La partecipazione è gratuita
CREDITI FORMATIVI: 4
Il conseguimento dei crediti ECM è
subordinato alla consegna della verifica
finale.
Si precisa che non verrà rilasciata copia
cartacea dell'attestato Ecm in quanto i crediti
formativi, acquisiti a seguito del
superamento della verifica finale, verranno
registrati dal Provider sul Dossier
Formativo individuale della piattaforma
regionale, consultabile dall'interessato
accedendo al sito www.ecmpiemonte.it,
utilizzando le proprie credenziali
Segreteria Organizzativa:
Via Cottolengo n° 13 Torino
℡ 011/5294.481 - 011/5294.489
ecm@ospedalecottolengo.it
Associazione Medici
Cattolici Italiani
Giornata di studio
NUOVA CARTA degli
OPERATORI SANITARI.
Aspetti pastorali e bioetici
Torino, 20 Maggio 2017
09.00 – 13.00
Auditorium
Piccola Casa della Divina Provvidenza
Via Cottolengo, 12 - T


 SCHEDA DI ISCRI ZIONE

NUOVA CARTA OPERATORI SANITARI
20 Maggio 2017 - 09.00 – 13.00

COGNOME E NOME
DATA DI NASCITA LUOGO DI NASCITA
CODICE FISCALE / PARTITA IVA
TELEFONO CELLULARE
E-MAIL
RESIDENZA IN VIA/PIAZZA
CAP CITTÀ PROV.
PROFESSIONE
PRIVACY - Acquisizione del consenso dell’interessato ai sensi dell’art. 13 del D.lgs
30.06.2003, n. 196 e successive modifiche ed integrazioni. Il/la sottoscritto/a, acquisite le
informazioni fornite ai sensi dell’art. 13 del D.lgs 196/2003 e successive modifiche ed
integrazioni, autorizza il trattamento dei propri dati identificativi e personali.
FIRMA PER ACCETTAZIONE
DATA
MODALITÀ DI ISCRIZIONE:
La presente scheda di iscrizione, compilata in ogni sua parte e
sottoscritta, può essere inviata tramite mail all'indirizzo
ecm@ospedalecottolengo.it oppure tramite Fax al n. 011 /
52.94.489

martedì 4 aprile 2017

Testimonianza Stefania Sau





 Ricevo e con gioia pubblico la testimonianza di Stefania Sau,  l'ultima amica-volontaria qui a Tachina.

Fratel Maurizio




Mi e' molto difficile raccontare cose abbia significato per me l'esperienza a Tachina; anche se sono tornata alla mia vita ormai da quasi un mese, sento ancora un vortice di emozioni e sensazioni ogni volta che penso alle due settimane passate alla missione.
Ma ho promesso a Fratello Maurizio di scrivere qualcosa e, in piu', spero che le mie parole riescano ad incoraggiare qualcun altro a fare le valigie e partire per l'Ecuador per vivere questa straordinaria avventura.
Il mio primo giorno alla missione e' stato strano: complici la stanchezza per il lungo viaggio e l'emozione, mi sentivo  un po' spaesata e non sapevo bene cosa fare. Per la cena, mi sono seduta con gli ospiti e ho provato ad "aiutare" signora Jessica a metterli a letto, ma ancora non capivo affatto cosa mi aspettasse.
Il mio "battesimo" e' arrivato il secondo giorno: sveglia alle cinque e di corsa a svegliare le signore e ad aiutarle a lavarsi e vestirsi; mentre cercavo di fare (con molta fatica) la mia parte, guardavo ammirata signora Jessica e signora Yina, che con incredibile destrezza e forza assistevano tutte le ospiti una per una e le preparavano per la colazione: io nel mentre pensavo di aver avuto una pessima idea a venire fin li' perche' non mi sentivo ne' mentalmente ne' fisicamente pronta. Devo dire che i primi tre giorni sono andati cosi': mi sentivo goffa e impacciata e non sapevo come rendermi utile.
Tuttavia col passare del tempo e, soprattutto, grazie al prezioso aiuto del personale e degli ospiti, ho iniziato ad adattarmi e a prendere il ritmo delle giornate a Tachina; pian piano il lavoro fisico e' diventato piu' leggero e non perche' di colpo mi siano spuntati i muscoli (quelli ancora non ce li ho!), ma perche' mi sono ricordata della ragione per cui mi tovavo li': in passato, mi era capitato di fare altre esperienze di volontariato, ma si trattava - come dire - di cose "semplici";  andavo al posto stabilito per qualche ora e poi tornavo alla mia vita di sempre, senza farmi troppe domande e senza passare davvero del tempo con la gente che mi trovavo ad assistere. Questa volta pero' era diverso: questa volta non tornavo a casa mia a fine giornata, questa volta la mia casa era la stessa degli ospiti della missione; quindi, dopo i primi momenti di confusione, ho iniziato a fare quello che non mi era riuscito in passato: conoscere le persone, ascoltarle, fargli domande sulla loro vita e sul loro paese...insomma, ho iniziato a tormentare tutti con la mia curiosita'!
Ciascuno di loro - sia gli ospiti che i collaboratori - mi ha dedicato il proprio tempo, mi ha ascoltato e ha risposto pazientemente alle mie domande, mi ha fatto sentire accettata, apprezzata e utile e tutto questo in cambio di niente, perche' il poco aiuto che ho potuto dare e' stato minuscolo in confronto a quello che ho ricevuto; soporattutto gli ospiti della missione mi hanno fatto sentire a casa: mi hanno trattato come una figlia o una nipote e, alla fine, invece di essere io ad assistere loro, e' successo il contrario.
Quando sono andata via da Tachina, riprendere la mia vita di sempre e' stato molto difficile: a Londra, dove vivo, la gente e' sempre di corsa ed e' facile ignorare chi ha bisogno, perche' si e' cosi' occupati ad accumulare cose e ad inseguire una vita "perfetta" che purtroppo si perdono di vista molti dei valori che contano davvero, come la compassione e l'altruismo.
A Tachina la vita e' tutt'altro che perfetta: non c'e' molto da accumulare e le storie di alcuni degli ospiti ti provocano profonda tristezza e ti fanno seriamente dubitare della bonta' ed onesta' del genere umano; pero', ogni mattina, tutti ti sorridono, anche quelle persone che sono state prese a calci e pugni dalla vita; tutti si prendono cura l'uno dell'altro, si preoccupano per te, si prendono il tempo per insegnarti e spiegarti, per ascoltarti e per trattarti con un'umanita' che nel "primo" mondo e' sempre piu' rara...
Queste poche riflessioni ovviamente non sono sufficienti per dare un'idea di quello che passare del tempo all'Asilo de Ancianos ha significato per me: certe cose forse bisogna viverle sulla propria pelle per capire quanto siano speciali; tuttavia, da quando son tornata a Londra, mi torna spesso in mente una storia che ho letto sul blog della missione mesi fa -quando ero ancora indecisa se partire o no; la storia racconta di un bambino che cammina sulla spiaggia e vede tante stelle marine sul bagnasciuga: per salvarle inizia a ributtarle in acqua, una per una, ma qualcuno gli dice che il suo gesto e' inutile perche' non potra' riportarle tutte in mare; allora il bambino guarda la stella che tiene in mano e risponde che almeno per quella non sara' stato inutile. La mia esperienza in Ecuador e' stata esattamente cosi', con una piccola differenza pero': la gente di Tachina era il bambino e la stella che e' stata salvata ero io.

domenica 26 febbraio 2017

Fratel Bruno Lussiana



                                                             
TACHINA 25 FEBBRAIO 2017

fratel Bruno è in Paradiso,
vero fratello cottolenghino, mi resta di lui il grande amore che aveva per i poveri....

Fratel Maurizio




 



Grazie fr. Maurizio per la comunicazione della morte di fr. Bruno!
Lui ora vede il volto di Dio Padre Provvidente e sicuramente è già tra le Sue braccia.
La fede, la semplicità, l'amore a Dio e ai Poveri lo hanno caratterizzato e hanno affrettato il suo arrivo alla Casa del Padre. Ora aiuterà meglio anche noi a percorrere vie di abbandono e di attesa dell'incontro.
Tu hai condiviso con lui un bel tratto di strada nel servizio ai Poveri in Ecuador e ora sentirai la sua mancanza. Ti ricordo nella preghiera con amicizia e stima.
Un abbraccio fraterno.
sr. Anna Derossi


Ciao grazie è stato un grande dono per tutti noi. Ora Lui preghi per noi perché rimaniamo fedeli. Un abbraccio da tutti noi ciao.   Fratel Marco






  Veramente un vero e grande f.llo    Fratel Pierfranco

Carissimo Maurizio, grazie di cuore per la comunicazione. E' davvero
triste. Anche io ho di lui una stima immensa per la sua semplicità, la
sua fede ed il suo amore infinito ai poveri.
Un abbraccio e
condioglianze a tutti voi. Beppe







 carissimo fratello....
vi raggiungo con il cuore perchè è l'unico strumento creato dal Signore che puo' sfidare le distanze in questo momento umanamente doloroso per la morte di Fratel Bruno... mi piacerebbe essere lì con tutti voi.
La preghiera ci unisce e ci rafforzi nella certezza dell'eternità per lui e per tutti noi.
un abbraccio grande e fraterno.
Sr. Vicky.


Fratel Bruno  ci ha prematuramente lasciati.
 Il ricordo che abbiamo di lui è quello di un vero servitore dei poveri.
 La sua presenza e compagnia  edificava  per la bontà d'animo che traspariva nei fatti e nel sorriso sincero.
 Di Lui possiamo dire che è un vero Fratello cottolenghino, un vero Amico. 
 Alla Congregazione dei Fratelli del Cottolengo le nostre sentite condoglianze.
Lino Marchisio




 




 Ciao fr.Maurizio,
 ha lasciato un segno veramente di una straordinaria testimonianza,  ricordiamolo .
 Fratel Luciano




















Carissimo Fr. Maurizio.......

 Per quanto riguarda fr. Bruno, non ho potuto trattenere le lacrime. Ho conosciuto una persona meravigliosa: buona, cordiale, umile. Questo è un altro "perché" senza risposta.
  Ho pensato a quello che si dice:" il Signore non crea più gli Angeli, viene a prenderli sulla terra". Comincio a credere che sia proprio vero. Ho iniziato a pregare fr. Bruno perché lui, che ormai vive nella luce dell'amore di Dio ci seguirà e intercederà per noi. Conserverò per sempre il suo ricordo e il suo esempio.
  A te carissimo Maurizio, e a tutta la comunità di Tachina un forte ed affettuoso abbraccio.
 
Rosella